20.12.53 – 10.08.04
FUGAZINE #06

“I Greci entravano nella morte a ritroso: ciò che essi avevano davanti, era il loro passato. Così io ho ripercorso una vita, non già la mia, ma quella di chi amavo.”
[Roland Barthes, La camera chiara. Nota sulla fotografia]

E’ un viaggio sentimentale nel tempo e nello spazio quello che Moira compie per elaborare il distacco dalla madre scomparsa improvvisamente.

Un atto artistico che nasce con il bisogno intimo e urgente di riavvolgere il nastro del tempo e riappropriarsi di una memoria e di momenti di vita in comune.

Recupera allora l’album delle foto di famiglia – la mamma da ragazzina, con le cugine, con il babbo, in vacanza – e si inserisce nel frame.

“Continuavo a guardare le sue foto, non riuscivo a smettere; volevo solo entrare lì per stare con lei. Mi sono inserita nel modo più preciso possibile per rendere verosimile il mio sogno di poterle stare ancora accanto, di recuperare il tempo perso e proteggerla.”

RELEASE DATE: Settembre 2018
FORMAT: 44 pagine + cover (3 varianti) | 21x24cm
PAPER: Fedrigoni Tintoretto Gesso 140gr | Fedrigoni Tintoretto Ceylon Curry 250gr
BINDING: Hand-stitched
CIRCULATION: 200
PRICE: 12€
ORDERS & INFO: info@fugazine.com